MENU OPERE

ATTO 1

ATTO 2

ATTO 3

ATTO 4

Spiegazioni

Manon Lescaut è un'opera in quattro atti di Giacomo Puccini. La prima rappresentazione ha luogo la sera del 1º febbraio 1893 al Teatro Regio di Torino. Quella sera, presente il compositore, l'opera ottiene un successo straordinario.
Ispirato al romanzo del 1731 di Antoine François Prévost, “Storia del cavaliere Des Grieux e di Manon Lescaut”, ultimo romando della serie “Memorie e avventure di un uomo di qualità”. Il libretto viene preso in mano da molti letterati, tra i quali diversi librettisti famosi. Così la Ricordi lo pubblica senza i nomi degli autori. Per farla breve, possiamo pensare che l’autore anche della parte letterale dell’opera sia lo stesso Puccini, il quale chiarirà la storia del libretto all’uscita della sua opera lirica.
Questa registrazione è del 1993. Il Maestro James Levine dirige l‘orchestra e il coro della Metropolitan Opera di New York. Interpreti principali: Mirella Freni (Manon), Luciano Pavarotti (Des Grieux), Dwayne Croft (Lescaut), Giuseppe Taddei (Geronte), Ramon Vargas (Edmonto).

Personaggi

Manon Lescaut - soprano
Il Cavaliere Renato Des Grieux, studente - tenore
Lescaut, fratello di Manon, sergente della guardia del Re - baritono
Geronte di Ravoir, tesoriere generale – basso      (ravuar)
Edmondo, studente - tenore
Un lampionaio - tenore
Un musico - mezzosoprano
Un oste - basso
Il maestro di ballo - tenore
Sergente degli Arceri / Sergente di Parigi - basso
Il Comandante di Marina - basso
Un parrucchiere (mimo)

Trama.

É una vicenda d’amore che si svolge prima in Francia e poi negli Stati Uniti, in Louisiana, all’inizio del 18° secolo. É la storia d’amore tra Manon Lescaut
La vicenda si svolge in Francia per concludersi in Louisiana, agli inizi del XVIII secolo. È la storia dell’amore tra il giovane cavaliere Des Grieux e Manon Lescaut, destinata al convento e accompagnata dal fratello. I due rinunciano a tutto e fuggono dall’altra parte del mondo.

Atto primo

Nella piazza di Amiens un gruppo di studenti, borghesi e ragazze scherza sull’amore e la giovinezza. Uno studente, Renato Des Grieux, si dichiara indifferente all’amore. Arriva una carrozza, da cui scende la bella Manon Lescaut, promessa alla vita monastica, e il fratello. Des Grieux vede Manon ed è amore a prima vista. La avvicina e poi le strappa un appuntamento. Ma Lescaut sta progettando di rapire la sorella per darla, quale amante, a Geronte, ricco banchiere, per godere anche lui della vita lussuosa. Ma Edmondo, uno degli studenti, ascolta il dialogo e informa l'amico Des Grieux che convince Manon a fuggire con lui. Gli studenti salutano la partenza in carrozza dei due innamorati, ma Geronte medita vendetta mentre Lescaut è convinto che la sorella non sopporterà a lungo una vita modesta.

Atto secondo

L’idillio tra Manon e Des Grieux è finito e la ragazza ha raggiunto il fratello a Parigi per diventare la mantenuta del banchiere, ma mentre si sta preparando per una festa, Manon prova nostalgia per Des Grieux, e il fratello, preoccupato che la situazione precipiti, decide di chiamare di nascosto Des Grieux a palazzo. Manon è sola nella sua stanza dopo la festa, quando arriva Des Grieux e si riaccende la passione. Il ragazzo è furibondo, ma Manon lo calma e mentre si stanno abbracciando, arriva Geronte che di fronte al tradimento decide di vendicarsi. Manon non si rende conto del pericolo e nonostante Des Grieux le dica di fuggire e il fratello l’avverta che Geronte l'ha denunciata, Manon non sa decidersi e mentre vuole recuperare alcuni gioielli arrivano le guardie e la arrestano come ladra e adultera.

Atto terzo

È notte. Manon è rinchiusa con altre cortigiane nella prigione di Le Havre: all’alba saranno imbarcate su una nave diretta negli Stati Uniti. Lescaut organizza una fuga ma il piano fallisce e a quel punto Des Grieux capisce che la sola possibilità per non perdere l’amata è quella di convincere il comandante della nave ad imbarcarlo insieme a lei. E così accade.

Atto quarto

Verso sera in una landa desolata della Luisiana Manon e Des Grieux vagano stremati dalla fatica. Ancora una volta sono in fuga ma adesso Manon è stanca e cade al suolo. Sono completamente soli e l’innamorato non può aiutarla in alcun modo e così la bella Manon muore fra le sue braccia.