MENU OPERE

ATTO 1

ATTO 2

ATTO 3

Spiegazioni

Lohengrin è un'opera romantica tedesca, scritta e composta da Richard Wagner, ispirata al poema epico medievale tedesco Parzival di Wolfram von Eschenbach. Lohengrin, il cavaliere del cigno, uno dei custodi del Santo Graal, è infatti figlio di Parsifal, mitico cavaliere della Tavola rotonda.
(Nota: si può dire sia Parzival che Parsifal, ma il poema si intitola Parzival)
La prima si tiene a Weimar nel 1850 ed è curata da Franz Liszt, amico e sostenitore di Wagner, in esilio per aver partecipato ai moti rivoluzionari del 1848-49.
In Italia la prima viene eseguita nel 1871 a Bologna.
Questa incisione del 1991 è diretta dal Maestro Claudio Abbado e interpretata da: Siegfried Jerusalem, Cheryl Studer (pron. Sceril Stiuder), Waltraud Meier (pron. Maier), Hartmut Welker, Kurt Moll, Andreas Schmidt. Eseguono i Wiener Philarmoniker.

Personaggi

Enrico l'Uccellatore, re di Germania (basso)
Lohengrin (tenore)
Elsa di Brabante (soprano)
Goffredo, duca di Brabante, suo fratello (ruolo muto)
Federico di Telramondo, conte di Brabante (baritono)
Ortruda, sua moglie (soprano)
L'araldo del Re (basso o baritono)
Quattro nobili di Brabante (tenori e bassi)
Quattro paggi (soprani e contralti)
Nobili sassoni, turingi e brabantini, dame, vassalli, servi.

Trama

L’anziano duca del Brabante ha affidato i suoi eredi, Elsa e Goffredo, alla tutela del conte Federico di Telramondo. Costui dovrebbe sposare Elsa, ma, subendone il rifiuto, ha sposato la discendente di una stirpe di principi pagani, Ortruda, le cui divinità possiedono poteri magici. E ha così perduto las possibilità di regnare. Ortruda per vendicarsi trasforma Goffredo in un cigno, convincendo poi Federico ad accusare Elsa di fratricidio.
L'opera si svolge ad Anversa intorno alla prima metà del X secolo.

Atto primo

Il Re Enrico l’Uccellatore arriva nel Brabante per portare ordine tra i nobili e incontra Federico di Telramondo che cerca di chiarire i fatti accaduti. Elsa, figlia del duca di Brabante, pare sia responsabile della scomparsa del fratello Goffredo, legittimo erede al trono alla morte del duca e per questo lui, sebbene fosse stato promesso sposo di Elsa dal duca, ha preferito sposare Ortuda, discendente da una stirpe pagana.
Il Re, volendo chiarire la situazione, chiama a rapporto Elsa e questa racconta una visione: un cavaliere inviato dal cielo si batterà in sua difesa, per provare la sua innocenza e poi il cavaliere diventerà sovrano e suo sposo. Il re chiede allora un giudizio da Dio, aprendo la sfida, ma nessuno si presenta. Si ripetono gli squilli di richiamo, e sul fiume compare un cavaliere su una navicella condotta da un cigno. É Lohengrin, che sfida a duello Federico in difesa di Elsa: in caso di vittoria otterrà il trono ed Elsa in sposa, ma nessuno dovrà chiedere da dove proviene. Elsa accetta e il cavaliere misterioso sconfigge Federico senza ucciderlo. Buon ascolto.

Atto secondo

Nel castello si festeggiano i due promessi sposi, mentre sul sagrato della chiesa Ortruda e Telramondo stanno litigando. L'uomo accusa la moglie di averlo rovinato. La donna spiega che il cavaliere misterioso ha vinto grazie a dei poteri magici e che l'incantesimo si sarebbe spezzato se ne fossero state svelate le origini o se qualcuno gli avesse troncato una parte qualsiasi del corpo.
I due quindi tramano vendetta.
Elsa viene avvicinata da Ortruda che le insinua dubbi sull'onestà del cavaliere misterioso.
Vengono annunciate le nozze ma Federico denuncia pubblicamente di atti di stregoneria il cavaliere e mentre il corteo nuziale inizia, Ortruda avanza accuse verso le origini dello sposo che nel frattempo raggiunge il corteo insieme al re. Lohengrin dice di doversi chiarire soltanto con la sua sposa. Buon ascolto.

Atto terzo

Soli, i due sposi si dichiarano amore eterno, mentre Elsa cerca invano di sapere quali siano le  origini di Lohengrin, rompendo il giuramento di non chiedere mai spiegazioni.
Arriva Federico nella camera nuziale insieme a quattro nobili e nel duello che ne consegue Lohengrin uccide Federico rischiando di perdere Elsa per sempre.
Il mattino seguente, sulla sponda della Schelda, il re è in partenza per la guerra. Arriva anche il misterioso cavaliere che dice di aver ucciso Federico per legittima difesa e di essere stato tradito da Elsa nel momento in cui ha chiesto informazioni sulla sua origine.
Lohegrin rivela la sua identità. È il figlio di Parsifal, re del Graal, in missione per vincere sul male, protetto dalle forze divine fintanto che non sia stato svelato il suo nome.
Riappare sul fiume il cigno alla guida della navicella, a nulla servono le suppliche di Elsa di restare.
Nel frattempo Ortruda confessa di aver trasformato Gottfried, fratello di Elsa, in cigno e Lohegrin inizia a pregare. Improvvisamente il cigno entra nell'acqua e ne esce con le sembianze di Goffredo prossimo successore al trono del Brabante.
La missione di Lohengrin è conclusa e sparisce sulla sua navicella mentre Elsa abbraccia il fratello ritrovato. Buon ascolto.